Da Budapest a Barcellona, 5 tram da non perdere

cable car, san francisco
Cable Car, San Francisco
Sembrano usciti da un museo e corrono lungo itinerari pazzeschi: cosa aspetti a salire in carrozza?

Oggi vi parlo di tram. Entusiasmo a mille. Dai, non è che mi metto a monologare sul 352 barrato per Assago, no. I tram qui di seguito sono tutt’altro che monotoni e per due motivi: il primo è che sono belli. Semplicemente. Sembrano pezzi usciti da un museo e donano alle città in cui sferragliano quel gusto un po’ retrò che incontra il favore di tutti.
Il secondo è che corrono lungo itinerari pazzeschi, che nemmeno i (tristissimi) ‘sightseeing bus’ saprebbero fare di meglio. Che aspettate allora? Saltate sulla scaletta, pestate il piede al tizio che cerca di passarvi avanti (ma con nonchalance, mi raccomando) e prendete posto in carrozza, si parte!

#1: Tram n°2, Budapest, Ungheria
E’ un tram storico che taglia in due Pest e segue un percorso delizioso lungo la curva del Danubio: offre una visuale privilegiata sul Parlamento, sul Castello di Buda e sul Ponte delle Catene. Potete percorrerlo sino al capolinea Jászai Mari tér, nei pressi del Ponte Margherita, uno dei più belli della città. Mi raccomando però di sedervi dal lato giusto – quello vicino al fiume – che altrimenti vedete solo i nasi più o meno lunghi degli altri passeggeri.

#2: Tram n°2, Amsterdam, Paesi Bassi
Proprio come il 2 di Budapest, anche quello di Amsterdam è un tram che pur non essendo pensato espressamente per i turisti, viaggia lungo un percorso che tocca alcune tra le principali attrazioni della città: dal Palazzo Reale al Museumplein (con il Museo di Van Gogh e il Rijksmuseum), dal mercato dei fiori al Begijnhof, il cortile delle Beghine e, canale dopo canale, vi conduce alla bella Centraal Station. Io però, se non vi dispiace, scendo prima e mi vado a mangiare le patate in guerra.

Bloemenmarkt, Mercato dei fiori, Amsterdam
Bloemenmarkt, Mercato dei fiori, Amsterdam

#3: Cable Car, San Francisco, USA
Può forse mancare? Sebbene non ci sia persona che non abbia sentito parlare dei mitici cable car di San Francisco, forse non tutti sanno che le 3 linee oggi in funzione – quella di California St. e le due di Powell St. – sono quanto resta di una rete che ne comprendeva ben 23!
Nel mio ultimo viaggio a San Francisco ho percorso il tratto che da Fisherman’s Wharf va a Union Square. Dopo aver fatto po’ di coda finalmente sono riuscita a salire e mi sono pure seduta (perché, anche se fa molto california, io di stare avvinghiata come una scimmietta ai sostegni non me la sono sentita: avevo tutta una vacanza davanti). Da non perdere è la ‘manovra’ al capolinea (l’ho vista a Fisherman’s Wharf): per fare l’inversione di marcia, l’autista ‘gira’ a mano la pedana rotante su cui si trova il cable car.

Cable car, San Francisco
Cable car, San Francisco

#4: Tram 28, Lisbona, Portogallo
Sono ormai passati un bel po’ di anni dal mio viaggio in Portogallo, ma il tram giallo Remodelado, con il suo color canarino e quei duri sedili in legno, me lo ricordo molto bene. E’ un tram decisamente vintage (era già così negli anni 30) e percorre la bella Lisbona da est a ovest. Arrampicandosi su per le strette stradine dell’Alfama, il quartiere antico della città, il 28 sorpassa la maestosa cattedrale Sé per arrivare a Baixa e al Bairro Alto, regalando preziosi miroadouros sulla città e sul fiume Tago.

#5: Tramvia Blau, Barcellona, Spagna
Concludiamo la rassegna con il tram azzurro che, tra quelli indicati, è sicuramente il più turistico. Ma mi piace un sacco, per cui non voletemene! Il tramvia blau risale agli inizi del ‘900 (ma nel frattempo è stato ristrutturato eh!) e sferraglia allegramente per poco più di 1 chilometro, compiendo un dislivello di quasi 100 metri per raggiungere la Funicular del Tibidabo. Da lassù, il panorama su Barça è dei migliori.

Tramvia Blau, Barcellona
Tramvia Blau, Barcellona – Photo credit: http://www.tmb.cat/

Signori, mi spiace, ma è il momento di scendere: fine della corsa! Se però volete fare un secondo giro, io sono pronta! Anche in un’altra città se conoscete tram simili a questi: accetto suggerimenti!

14 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *