Travel dreams

Fino a oggi sono stata qua, qui e lì.

Questo desiderio di essere altrove, implacabile, tenace come una lesione, e l’atlante ancora aperto” – questa frase dello scrittore francese Paul Morand mi ha colpita per quanto è vera, per quanto mi rappresenta. Con l’atlante aperto mi trovo a fantasticare praticamente su ogni meta ma… qualche priorità ce l’ho. Diciamo un centinaio. E, giusto per essere originali, aggiungiamone una. Ecco la mia bucketlist, con sogni di viaggio rigorosamente in ordine sparso (tranne il primo, che era il primo davvero):

  1.   vivere a Londra (dal 2007 al 2010)
  2. camminare tra i Moai dell’Isola di Pasqua
  3. camminare sulla muraglia cinese
  4. passeggiare per Chefchaouen, la città blu del Marocco
  5. calpestare il sale nel deserto di Salar de Uyuni, in Bolivia
  6. trascorrere una giornata con le tribù della Valle dell’Omo, Etiopia
  7. salire al Machu Picchu via Inca Trail
  8. scendere la scalinata di un tempio birmano
  9. tornare al Grand Canyon una terza volta, scendere via South Rim, accamparmi vicino al Colorado e risalire via North Rim
  10. percorrere il Golden Gate in bicicletta (2013)
  11. tornare in Nepal e raggiungere l’Annapurna Base Camp sull’Himalaya
  12. uscire viva dalla Valle della Morte (2 volte: 2005 e 2013)
  13. percorrere il siq, vedere apparire Petra e fare la faccia di Indiana Jones (2007)
  14. perdermi a Hong Kong, chiedere info a un passante e non capirci nulla
  15. tornare allo Yosemite e constatare che mio marito, dopo l’ascesa in arrampicata, scende intero da El Capitan, (sì, è pazzo)
  16. dire ‘fuggite, sciocchi!’ in Nuova Zelanda
  17.  assistere a uno spettacolo al Moulin Rouge di Parigi (alla quinta volta in città, nel 2017!)
  18. sorseggiare Porto… a Porto (2006)
  19. fare un viaggio nel tempo a Pompei (2015)
  20. pensare a Gogol lungo la Prospettiva Nevskij a San Pietroburgo
  21. fare trekking nella giungla, tra gli ara macao della Costa Rica
  22. fumare un cubano a Cuba anche se non fumo
  23. ✓ misurare la mia felicità in Bhutan (2016)
  24. dare una seconda chance a Venezia
  25. andare in bicicletta tra le colline toscane
  26. dormire in una super suite a Las Vegas (Senator Suite, Caesars Palace, 2013)
  27. dormire in una tenda berbera nel deserto del Sahara
  28. dormire in un hogan Navajo (Utah, USA 2013)
  29. vedere le mucche delle Highlands in Scozia
  30. dormire in un overwater bungalow (Bora Bora, Polinesia, 2011)
  31. dormire in (e come) un sasso a Matera
  32. sentire la magia di Uluru (2015)
  33.   vedere un cucciolo di canguro saltare nel marsupio della mamma (Great Ocean Road, 2015)
  34.   partecipare a un evento con la Regina d’Inghilterra (Epsom, UK, 2009)
  35. visitare la Casa de Isla Negra di Pablo Neruda in Cile
  36. visitare la Casa Azul di Frida Kahlo in Messico
  37. nuotare con le tartarughe (Maldive, 2014)
  38. nuotare con gli squali (Moorea, Polinesia, 2011)
  39. assistere al Festival degli Elefanti a Jaipur
  40. sentirmi una hippy a Christiania, Danimarca
  41. navigare tra i ghiacciai dell’Inside Passage, tra Alaska e Canada
  42. ascoltare jazz a New Orleans
  43. salire uno sky temple a Bali
  44. fare snorkeling nella Barriera Corallina in Australia
  45. prendere la Transiberiana
  46. sorvolare la Cappadocia in mongolfiera
  47. sorvolare una cascata in elicottero (Cascate Vittoria, Zimbabwe, 2015)
  48. arrivare a Capo Nord indossando un ugly Christmas sweater
  49. partecipare al Dìa de los Muertos a Oaxaca, Messico
  50. partecipare al Capodanno cinese
  51. mangiare tartufo nelle Langhe (…ogni anno!)
  52. raggiungere il Perito Moreno in Patagonia
  53. guardare la baia di Rio dal Corcovado
  54. fare i fanghi e galleggiare nel Mar Morto (2007)
  55. nuotare in un cenote messicano
  56. fare cliff jumping (5m di altezza, Santorini, 2010)
  57. avventurarmi sul fiume Congo (2014)
  58. avventurarmi sul Rio delle Amazzoni
  59. risalire un fiume a piedi (Virgin River, Zion NP, Utah 2013)
  60. navigare nella baia di Ha Long in Vietnam
  61. fare una crociera sul Nilo
  62. guardare San Pietro dal buco della serratura (2016)
  63. far volare una lanterna al Festival delle Lanterne di Chiang Mai, Thailandia
  64. fare una vacanza in catamarano (Isole Tuamotu, Polinesia, 2011)
  65. dormire in una yurta, Mongolia
  66. fare un giro sulle montagne russe a Coney Island
  67. ✓ salire sulle dune più alte del mondo nel deserto del Namib (2017)
  68. attraversare Ponte Carlo a Praga
  69. comprare un sacco di cazzate cosine kawaii a Tokyo
  70. comprare uno scheletro al mercato di Chichicastenango, Guatemala
  71. vedere l’aurora boreale
  72. vedere l’albero di Natale del Rockefeller Center (2011)
  73. vedere il sole scendere dietro l’Angkor Wat
  74.  vedere la fioritura dei tulipani nel parco di Keukenhof, Olanda
  75. vedere la Guernica di Picasso (2 volte: 2010 e 2004)
  76. sedermi sul bordo della fontana di fronte al Taj Mahal
  77. vedere le impronte di Marylin Monroe a Hollywood (2005)
  78. vedere l’hanami…
  79. …e anche il Kōyō, ovviamente!
  80. sentire il canto delle balene (Islanda 2012, Sudafrica 2014, Congo 2015)
  81. ✓ vedere la wildebeest migration in Tanzania (2017)
  82. vedere i pinguini al Polo
  83. vedere una sula piediazzurri alle Galapagos
  84. vedere i panda in Cina
  85. accarezzare una tartaruga gigante (Seychelles 2015)
  86. avvistare tutti i Big five durante un safari (Sudafrica, 2014)
  87. incontrare un orso a Yellowstone
  88. spegnere l’auto per far passare un branco di elefanti (Botswana 2015, Sudafrica, 2014)
  89. scoprire cosa c’è dietro a una cascata (Islanda, 2012)
  90. vedere le sfumature del foliage in Vermont
  91. tornare a Capri. Ancora e ancora (Oggi a quota 4)
  92. meditare in Tibet
  93. folleggiare al Carnevale di Rio
  94. seguire le tracce di Cavallo Pazzo in South Dakota
  95. fare trekking alle Hawaii
  96. sostare sulla roccia di Trolltunga in Norvegia
  97. sciare in Canada (Whistler, British Columbia, 2016)
  98. sciare nel Mall of the Emirates, Dubai (2016)
  99. raccogliere lavanda in Provenza
  100. partecipare alla Semana Santa in Spagna
  101. attraversare l’Atacama, il deserto più arido del mondo, in Cile

Questi sono i miei sogni. Dimmi i tuoi!

10 Comments

  • Dai ma non è possibile… Abbiamo TROPPE cose in comune! Non mi riferisco ai paesi da visitare ma ai commenti!! Fumi a Cuba senza fumare e io bevo senza bere. Urli a Petra e io pure. Ecc. ecc. Che dire? Tanto love <3

  • Machebello! Io x ora ho stilato con fatica le mie #100cosedafareprimadimorire e di cento sogni di viaggio francamente ora non ho voglia. Ho viaggiato molto e in qs momento sto ferma poi si vedrà. Leggendo la tua lista scopro che ho fatto molte cose complementari alle tue, di alcune non sapevo l’ esistenza e di alcune non mi capacito. X es. Venezia cosa ha che non va? Tante cose dico io ma ce l’ ho qui vicino. Vieni a trovarmi. Proverò a farti cambuare idea. Ciao. Roberta Gamberettarossa

    • Mah, Venezia l avevo attesa da tempo e quando ci sono stata (una sola volta) sono rimasta ahimè delusa, perchè mi è parsa una sorta di enorme carrozzone per turisti. Forse c era solo troppa gente e non ho visto i “luoghi giusti”. Per cui sono tornata a casa con l amaro in bocca e ora aspetto di tornarci perchè… come cavolo fa a non piacermi Venezia?!? 🙂

  • In comune con te ho la voglia del giro in mongolfiera, di tenere un koala tra le braccia (se si avvinghia lui sono ancora più contenta), di vedere l’aurora boreale, fare un salto a casa di Babbo Natale, vedere la muraglia cinese, vivere a Londra anche solo per un mese, nuotare con i delfini (piuttosto che con gli squali…anzi sarà che ho paura pure dei delfini) e “gastimare” qualche cinese perché mi sono persa. Non so con chi ho in comune di arrivare all’inizio dell’arcobaleno (si sposta in continuazione quello lì) e per il resto ho un po’ paura a stilare la mia lista…scaramanzia, tutto qui.

    • Bello il desiderio dell’arcobaleno: a chi non piacerebbe (anche perchè pare che lì ci sia una pentola piena d’oro, no?). Io comunque questi 100 desideri continuo a cambiarli.. dovrei stilarne mille!

    • Vivere all’estero è sempre un’esperienza da fare: se poi lo fai nella tua città del cuore, allora vale doppio! Il difficile però è tornare, ti avverto!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *